A breve tante nuove videoreview! Consigli?

Come promesso a chi è iscritto al nostro canale YouTube entro la settimana verranno girate diverse nuove videorecensioni.

Si parlerà dello ZOPO C2S

zopo-c2s-technodify

Si farà un videoconfronto tra ZOPO C2S e Iocean X7

iocean_x7

Verrà girata una completa videoreview del tablet CUBE U35GT da 7.9 pollici.

u35GT

E verrà fatto un epico confronto tra l’HTC One e il nostro amato Xiaomi Mi2S 32GB

Mi2SvsHTCOne

Cosa vorreste che venisse preso in considerazione nelle videoreview?
Cosa vi interessa di più? Durata della batteria? Prestazioni Benckmark? Display? Gaming?

Spero di poter raccogliere tanti utili suggerimenti (e critiche) per migliorare il nostro lavoro a beneficio di tutti.

A voi la parola…

10 pensieri su “A breve tante nuove videoreview! Consigli?

  1. antonino dice:

    Ciao estenderei il campo di interesse anche a notebook,ultrabook,ultrabook-tablet,orologi cellulari se possibile .il motivo?
    É il mio campo di interesse pure ahahahahha
    Non dimenticando tablet e smartphone
    Mi riferisco sempre a prodotti di alta qualità ciao

  2. Alessandro Cimino dice:

    Accetto TUTTI i suggerimenti quindi non esitate a scrivere.
    Volevo chiedervi però se nelle videoreview in programma (la prima la girerò domani mattina) devo mettere in evidenza qualcosa di particolare di vostro interesse.

  3. Darkman dice:

    un’idea potrebbe essere anceh lo stonex stx
    prodotto italiano di recente ” pubblicizzazione”, sarebbe ottimo vederlo realmente al lavoro, magari anche a confronto con qualche cugino cinese della stessa fascia.
    a livello di recensioni, a mio avviso sono ottime. un’idea per “migliorare” (se si può” potrebbe essere sottoporre i terminali a una sorta di “stress test” durante il video.
    spesso e volentieri i produttori si tengono larghi nei numeri, per accaparrarsi fette maggiori di clientela. vedere realmente come si comportano i prodotti sarebbe un’ottima linea che gli utenti potrebbero seguire, più precisa rispetto ai produttori stessi che restan pur sempre “di parte”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *