Esperienza diretta: Invio Xiaomi Mi2S in assistenza

Chi, prima o dopo un acquisto dal sol levante, non è stato assalito dalla domanda: “Ma se ho problemi come faccio?”, “Se mi si rompe dove vado a piangere?”
Beh, me lo sono chiesto anch’io!
Ma non mi sono solo fidato delle risposte che mi venivano date, ho voluto sperimentare il tutto con mano.

Purtroppo, nella quantità qualche magagna bisogna pure affrontarla.
C’è chi si è divertito a fare l’allegro chirurgo con il suo Xiaomi Mi2S, chi l’ha lanciato per le scale, chi gli ha fatto provare il bungee jumping senza elastico…ecc..

Risultato…smartphone che richiedono assistenza.

assistenza_01

Allora che si fa?
Ecco la mia esperienza.

1. Raccolta dei telefoni da spedire in assistenza.
Due clienti mi contattano per problemi al proprio Xiaomi Mi2S: il primo l’aveva smontato cercando di riparare un fantomatico problema al microfono e nel richiuderlo ha danneggiato il display e la fotocamera. Il secondo aveva fatto volare il telefono per le scale. Cadendo di schiena però il vetro non si è rotto. Il display però si.
Nella mia immensa ignoranza ho detto: “Beh..inutile spedire i telefoni uno a uno, meglio spedire entrambi i telefoni in un unica scatola, si risparmia!” Scoprirete dopo perchè questa è stata un enorme cavolata.

assistenza_02

2. Informazioni a Nitro
Ho indicato il problema dei 2 telefoni al mio referente di Nitro International che sarà anche il destinatario della spedizione.
E’ stato molto cortese è mi ha dato altre informazioni sulla spedizione.

3. Spedizione
Come trattato nella guida “Avvalersi della garanzia per Xiaomi Mi2S e altri prodotti cinesi” l’intento è di spedire i due Mi2S in cina all’indirizzo:

Receiver : Wang Nan,
Address: 6A-203, Lixiangxincheng, Jindaotian Road,Luohu district, Shenzhen, Guangdong Province. P.R.China, Postcode: 518019,
Tel: 14554920544

Ci siamo rivolti alle Poste Italiane in quanto il nostro interesse primario era quello di risparmiare. I vari corrieri (DHL in primis) ci avevano chiesto uno sproposito per spedire in Cina.
C’è in realtà un secondo motivo per cui è meglio avvalersi delle poste italiane. Utilizzando i corrieri espressi la dogana cinese fa pagare al destinatario dei dazi esagerati.
Vado all’ufficio postale e chiedo la spedizione tracciata più economica per spedire in Cina.
L’addetto mi guarda sbarellando gli occhi. Non aveva mai fatto una spedizione in Cina.
Mi dice che la raccomandata semplice (25 euro) non posso farla perchè il pacco è troppo voluminoso (vedi fine punto 1), devo fare “pacco internazionale”. Spesa complessiva 45 euro! Ma penso: “45/2 = ho risparmiato 5 euro, meglio di niente”

4. Merce a destinazione
Ricordate il “pacco internazionale”? Ebbene, per colpa di questo tipo di spedizione la dogana cinese ha addebitato al destinatario (e di riflesso a me) 40 dollari!
Eh si! Il pacco internazionale viene affidato dalle poste italiane a corrieri espressi internazionali. Risultato 40 dollari da pagare oltre ai 45 euro già spesi per la spedizione.
Quindi, ricapitolando, se il commesso delle poste vi propone spedizione diversa da “raccomandata semplice”, DESISTITE!

5. Riparazione
C’è da dire che la spedizione ci ha messo 4 giorni ad arrivare, dopo tutti i soldi spesi, almeno quello!
Una volta nelle mani di Nitro, i telefoni sono stati provati, identificati con il problema segnalato, e portati al centro di assistenza Xiaomi.
In assistenza sono stati circa 7gg lavorativi (una decina in tutto), dopodichè sono rientrati in sede a Nitro.

6. Pagamento
Xiaomi Mi2S (1): Display rotto: sostituzione vetro, touchscreen e display. Prezzo 95 dollari
Xiaomi Mi2S (2): Display rotto e fotocamera guasta: sostituzione vetro, touchscreen e display e montata correttamente la fotocamera. Prezzo 95 dollari.
Nitro international mi ha inviato una richiesta di pagamento PayPal comprensiva di spese riparazione (in quanto i danni non erano coperti da garanzia) e spese di spedizione (30 dollari).

7. Spedizione di ritorno
I due telefoni sono stati spediti come di consueto con spedizione DHL e nel giro di 5 gg i telefoni sono tornati alla base non prima di pagare altri 37 euro di dogana.

assistenza_03

Riassumendo:

Tempi di assistenza:
4gg con pacco internazionale (se si usa raccomandata semplice i giorni diventano 10-15)
10gg in riparazione
5gg per il rientro

Totale: 19 giorni che diventeranno 30 se spediti in raccomandata semplice.

Costi:
45 euro la spedizione con “pacco internazionale” (25 con raccomandata semplice)
30 euro per la dogana in Cina (0 con raccomandata semplice)
140 euro (190 dollari) la riparazione dei 2 display (70 euro l’uno)
23 euro la spedizione verso l’italia
37 euro la dogana (27.50 per il singolo telefono)

Totale: 275 euro (137 euro a telefono)

Facendo un calcolo singolo per telefono con la corretta modalità di spedizione il tutto sarebbe come segue:

25 euro la spedizione con raccomandata semplice
70 euro (95 dollari) la riparazione del display
23 euro la spedizione verso l’italia
27.50 euro la dogana
Totale: 145.5 euro

assistenza_05

assistenza_04

assistenza_06

assistenza_07

Non è poco, è vero, ma se contate che la sostituzione del blocco (vetro + display + touch) del Samsung S3 costa 200 euro ecco che anche le spese di spedizione e dogane varie vengono bene ammortizzate.
Diverso è il discorso di riparazione in garanzia dove andremmo a spendere comunque i nostri 60-70 euro contro gli 0 euro di un marchio come Samsung che ha i centri di riparazione in Italia.

Spero di aver fatto cosa gradita e come sempre do il via ai vostri commenti.

37 pensieri su “Esperienza diretta: Invio Xiaomi Mi2S in assistenza

  1. Simonettore dice:

    Concordo con gianmauro. Un articolo interessantissimo. Ci voleva per rendersi conto con mano della situazione in caso di guasti.
    Ad ogni modo, Alessandro, davvero complimenti per la pazienza che hai avuto! 🙂

  2. Francesco dice:

    ma è normale pagare tasse doganali per un prodotto in garanzia? Nitro ha messo come causale “prodotto in assistenza” o qualcosa di simile? Capisco su prodotti acquistati (nuovi o usati che siano) ma in questo caso non ha proprio senso. Se mi faccio mandare un oggetto ( non acquistato e quindi non pagato) dal fratello dello zio di mia madre, mica pago la dogana?

    Inoltre ci sono siti ed aziende italiane che effettuano sostituzione del display, mai avuto necessità e mai provato tali servizi. ma a quel prezzo forse conviene farli riparare in Italia.

    • Alessandro Cimino dice:

      Eh..purtroppo la dogana è indipendente a se e quanto ho pagato un oggetto.
      Questo è lo stesso motivo per cui spesso e volentieri si paga la dogana anche per pacchi con su scritto “gift” o “regalo”.
      Soprattutto se si usano corrieri espressi.
      La dogana dipende anche molto dalla luna del doganiare in questione.
      Per quanto riguarda la sostituzione in italia, certo che conviene, ma considera che se il telefono viene aperto da un laboratorio diverso da Xiaomi la garanzia decade automaticamente.
      Quindi è da valutare per bene.

  3. Paolo dice:

    Questo significa trasparenza e professionalità, anche quando non tutto funziona come previsto. Sempre il numero uno Alessandro. Bene, bene, mi piacciono le persone che nel bene e nel male dicono le cose come vanno. Felicissimo ancora una volta di averlo acquistato da te!! Spero di non aver bisogno dell’assistenza! Mi tocco, mi tocco, e vai un’altra toccatina, non si sa mai!!

    • Alessandro Cimino dice:

      Grazie Paolo.
      Penso che la sincerità e l’onestà alla lunga paghino.
      Detto questo però ho paura che l’articolo abbia sortito l’effetto contrario.
      Sento nel tono di diversi commenti (Facebook e Smartylife) il terrore che questo possa capitare al proprio smartphone.
      Logico è che se non si rompono è meglio, ma la mia esperienza non la reputo affatto negativa.

      Io ero felice possessore di un Samsung Galaxy SIII e dopo 10 mesi il telefono è deceduto improvvisamente lasciandomi a piedi tra l’altro all’estero.
      Fortunatamente Samsung ha riconosciuto il guasto coperto da garanzia ma sono dovuto rimanere senza telefono 1 mese tondo tondo.

      Ora, Xiaomi si trova dall’altra parte del mondo e sapere che di fatto le tempistiche di riparazione sono le stesse se non inferiori mi rassicura.

      Per i costi, quanti Mi2S sono morti improvvisamente o hanno necessitato di assistenza? Tramite Nitro ne sono stati venduti quasi un centinaio e nessuno si è mai lamentato di difetti o morti improvvise. I danni più frequenti agli smartphone (Xiaomi compresi) sono danni accidentali non coperti da alcuna garanzia (Es. display in frantumi)
      In questo caso il costo di riparazione, nonostante tutte le spese da affrontare, è nettamente inferiore alla concorrenza.

      Penso che sia un punto in più nella scelta di un dispositivo Xiaomi.

  4. Andrea Mattia dice:

    Alessandro, ho una domanda per te (forse scema, dimmi tu) …
    Rileggendomi un commento che diceva “ma è normale pagare tasse doganali per un prodotto in garanzia?” ho pensato “si ok, la dogana la paghi e ti attacchi al tram, questo si sa”.
    Pero’ poi ho fatto mente locale e mi sono detto “ma io la dogana l’ho gia’ pagata quando ho comprato il telefono, perche’ dovrei pagarla di nuovo?” In fin dei conti e’ una tassa sull’importazione, ok, ma io l’ho gia’ pagata (e posso ovviamente dimostrarlo con bolla dhl, ecc.). Sai dirmi com’e’ la storia?

    • Alessandro Cimino dice:

      Purtroppo la legge italiana sotto questo aspetto fa pena.
      Per la dogana si tratta di merce in ingresso, non importa se l’hai pagata o meno.
      Ci ho sbattuto la testa un sacco di volte, alla fine ho sempre dovuto pagare.

        • GiacoG dice:

          Vorrei contribuire a questa discussione, visto che è il mio lavoro.
          Il testo unico legge delle dogane (la c.d. legge italiana), consente all’art. 214 il “Traffico internazionale in regime di temporanea importazione ed esportazione” (art. 214 del DPR n. 43 1973). Chiaramente, quando si spedisce occorre dichiarare la temporanea esportazione e le motivazioni. Quando la merce rientra in Italia non paga dazio.

          Credo che la manutenzione rientri nel caso di export temporaneo “per collaudo, per esecuzione di lavori”, previsto dalla legge in questione. Consiglio le prime volte di farsi seguire da un doganlista, in quanto impostare la pratica non è semplice.
          Spero di essere stato utile 🙂

          • Andrea Mattia dice:

            Molto interessante, e credo anche molto utile per [email protected] e nitro.

            Grazie GiacoG

  5. Francesco dice:

    Ciao! Grazie per l’utilissimo articolo, purtroppo mi trovo nella stessa situazione…MI2S con display rotto. Sono riuscito a parlare su skype con il negozio dove l’ho comprato e si sono offerti di ripararlo in garanzia e rispedirlo a loro spese. Mi hanno suggerito di mettere come descrizione il classico GIFT da 20€, ma purtroppo il pacco mi è tornato indietro.

    Volevo chiedervi…nella spedizione tramite raccomandata (o tramite corriere) cosa scrivete nei campi “descrizione di ciascun articolo contenuto” e “valore”?

    grazie

  6. Andrea Orlando dice:

    Ciao.ho un problema simile a quello in foto(quella con le righe sul display) ma il fatto è che non mi è caduto!si è scaricato e all’accensione era cosi!potreste aiutarmi a risolvere o magari a spedirlo?

  7. Loris dice:

    Ciao Alessandro. Ho bisogno di una informazione: devo recuperare dei documenti importanti dal tablet con touch rotto, come posso fare? Grazie mille

  8. Antonella Lobefaro dice:

    Possibile che a tutt’oggi non esiste un centro di assistenza in Italia per lo Xiaomi? Io l’ho comprato un mese fa e di punto in bianco si è bloccato. Con il backup non ho risolto nulla. Il venditore …. Non mi ha risposto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *