Due giorni fa è stato ufficialmente presentato lo Xiaomi Redmi Note 3 Pro, device che, oltre che per la fotocamera principale, differisce dalla versione standard per la presenza del “nuovo” processore Snapdragon 650. Come si comporta questo chip? Scopriamolo insieme!

Lo Snapdragon 650 supera tutti su Antutu! Ma come si comporterà nell’uso quotidiano?

Snapdragon 650 808 helio x10 Xiaomi redmi note 3 pro

La domanda che tutti si pongono da quando è stato rilasciato il nuovo Redmi Note 3 Pro è se convenga acquistare questo invece che la sua variante standard. Quello che lascia indecisi è sicuramente la presenza del nuovo processore Snapdragon 650, processore che, secondo i benchmark Antutu, sembrerebbe essere superiore sia al concorrente Helio X10 che al “cugino” Snapdragon 808.

Nell’immagine seguente potete osservare i punteggi Antutu realizzati dallo Snapdragon 650, punteggi che risollevano le sorti della serie Snapdragon 6XX di Qualcomm dopo la brutta reputazione conquistata dallo Snapdragon 615 a causa di una scarsa efficienza sia in termini di consumi che di dissipazione del calore.

Snapdragon 650 808 helio x10 Xiaomi redmi note 3 pro

I risultati ottenuti sono sicuramente merito dei due core cortex A72 ad alte prestazioni e della scheda video Adreno 510 che permette di ottenere ottime performance anche a livello grafico.

Quello che più colpisce tuttavia, è il confronto tra il chip in questione ed i processori Helio X10 e Snap 808. Come potete vedere, lo Snapdragon 650 non solo si dimostra superiore a concorrente Helio X10, ma lo fa anche rispetto all'808, processore, vi ricordiamo, di fascia alta che troviamo installato su LG G4 e su Xiaomi Mi4c.

Snapdragon 650 808 helio x10 Xiaomi redmi note 3 pro Snapdragon 650 808 helio x10 Xiaomi redmi note 3 pro

Da quello che vediamo, sembra che Qualcomm abbia svolto proprio un bel lavoro con questo Snap 650 ma, come sempre, vi ricordo che giudicare un processore, o più in generale uno smartphone, dai suoi punteggi benchmark non rappresenta un metro di giudizio completo. Bisogna vedere come un prodotto si comporta nell’uso di tutti i giorni e considerare quindi anche aspetti come quelli del consumo energetico e della dissipazione del calore.

Sappiamo che l’Helio X10 si è rivelato un vero campione sotto questi aspetti, riuscirà lo Snapdragon 650 a strappargli il titolo di processore rivelazione dell’anno?

[via]