Buongiorno ragazzi,
questo è uno di quegli articoli che NON mi piace scrivere ma che potrebbe essere utile ai più.

Vi è mai capitato di ricevere una spedizione con il contenuto trafugato o palesemente danneggiato? Ecco come fare per evitare problemi e risolvere la questione nel minor tempo possibile.

Sono ormai 2 anni nel settore e avrò visto centinaia di telefoni, accessori, pacchi, pacchetti, buste e bustine passare dagli uffici di Smartylife.net.
In due anni non ho mai ricevuto merce danneggiata o subito furti di terminali.

Purtroppo però sono cose che capitano (anche se non dovrebbero).

Nella quantità stiamo parlando di eventi più unici che rari ma quando capita è sempre un colpo al cuore.

dhl-billerica-ma

Ora vi spiegherò cosa bisogna fare per evitare, o affrontare al meglio questa brutta faccenda.

1. Premessa

La maggior parte dei device che provengono dalla Cina vengono testati/verificati/aggiornati prima della spedizione. Capite bene il disagio e i costi di dover rispedire il telefono nuovo di pacca indietro in assistenza. Per tale motivo si cerca di ridurre al minimo questi casi testando alla meno-peggio i telefoni PRIMA della spedizione. Questo è il motivo principale per il quale spesso i telefoni vengono consegnati con la scatola non più sigillata.

Oltre a questo, spesso capita che il corriere o la dogana di origine e di destinazione aprano i pacchi per verificarne l’effettivo contenuto. Altre mani quindi che maneggiano il nostro beneamato smartphone in arrivo.

 

2. La tragedia

Eventi più unici che rari (in 2 anni 6 episodi in tutto) ci dimostrano che la sciagura, anche se molto rara, è dietro l’angolo.

Dipendenti disonesti del corriere di riferimento o un’azione maldestra in fase di controllo doganale potrebbe portare a due scenari distinti:

  1. Ricevere la scatola dello smartphone SENZA il suo contenuto (Furto)
  2. Ricevere il device vistosamente danneggiato anche se correttamente inserito nella scatola originale tra l’altro intatta.

Entrambe le situazioni sono a dir poco sconcertanti.
Pur non essendomi mai capitato riesco a mettermi nei panni di chi ha aspettato il nuovo gioiello contando i minuti in attesa dell’omino DHL che suonasse il campanello per poi sprofondare nello sconforno appurando il misfatto.

 

3. Prevenzione e azione

Purtroppo, nonostante tutto il nostro impegno alcune cose sono difficilmente prevedibili o evitabili.
Pur imbottendo i pacchi di scotch e avvolgendo il tutto in buste DHL se il disonesto di turno dovesse adocchiare in nostro pacco o un impiegato maldestro della dogana decidesse di fermare proprio la nostra spedizione il danno potrebbe essere inevitabile.

C’è però qualcosa che possiamo fare per pararci le spalle.

APRIRE SEMPRE IL PACCO DAVANTI AL CORRIERE PRIMA DI FIRMARE L’AVVENUTA RICEZIONE E SEGNALARE IMMEDIATAMENTE IL PROBLEMA AL CORRIERE E SUL SITO DHL

In caso di anomalia avremmo la possibilità di segnalare immediatamente la cosa all’addetto senza firmare l’avvenuta ricezione.

Qualcuno potrebbe dire: “Perchè mai? Tanto ho pagato con PayPal! Mi rimborsano!

Purtroppo la cosa non è automatica.

Come potremmo imbatterci in disonesti / maldestri durante il viaggio del nostro telefono, il disonesto / maldestro potrebbe nascondersi nei panni del ricevente.

Sarebbe troppo facile per un “furbetto” aprire una contestazione PayPal dicendo di aver ricevuto un pacco vuoto o già danneggiato pur non essendo vero.

E’ per tale motivo che PayPal prende spesso per buona la risposta del corriere che presenta, a riprova della propria efficienza, il peso del pacco in fase di accettazione (che indica ad esempio che il telefono era presente in fase di accettazione) e indica che il ricevente ha firmato la corretta ed integra ricezione della spedizione.

Per tale ragione, lo ripeto perchè è FONDAMENTALE:

APRIRE SEMPRE IL PACCO DAVANTI AL CORRIERE PRIMA DI FIRMARE L’AVVENUTA RICEZIONE E SEGNALARE IMMEDIATAMENTE IL PROBLEMA AL CORRIERE E SUL SITO DHL

 

4. Pazienza

Nel caso si verificasse una cosa del genere, l’immediata segnalazione da parte del cliente servirà per aprire una pratica di rimborso a DHL che è responsabile della spedizione fino alla sua consegna.

Ovviamente, se avete acquistato su Smartylife.net, è necessario inviare una mail con la descrizione puntuale del misfatto ben corredata di foto ad alta risoluzione dell’imballo e dell’eventuale telefono danneggiato a info@smartylife.net

In genere, dall’apertura della pratica, in 2-4gg la faccenda si sblocca e il malcapitato cliente può decidere di ricevere un nuovo telefono o il rimborso di quanto speso senza neanche disturbare PayPal.

 

Le precauzioni non sono mai “comode” e sono consapevole che potrebbe non essere facile farsi trovare a casa, fermare il corriere, prendersi il tempo di aprire il pacco in sua presenza ecc. ma la tranquillità di avere tutto sotto controllo qualsiasi cosa accada a volte non ha prezzo.

Sperando che questo articolo non debba mai servirvi vi auguro buona notte…e buon smartphone in sicurezza a tutti!!

 

Xiaomi_Mi_Note_Pro

  • Posted on 7 aprile 2015
  • Milite777

    Ricevo numerosi pacchi da diversi corrieri e posso assicurarvi una cosa: nessuno di loro mi ha mai fatto aprire il pacco prima di firmare! La loro giustificazione è che se io rovino il contenuto prima di firmare ne sono responsabili loro. La tecnica da voi consigliata non è applicabile, come bisogna comportarsi in questi casi?

  • Luk

    Se provate ad aprire il pacco prima di firmare l'unica cosa certa è la rissa con il corriere, quello che consentono storcendo la bocca è la firma con riserva.

  • darkman

    ottimo articolo Alessandro, io stesso non avrei potuto scriverlo meglio
    vero, quasi tutti i corrieri han da dire sull'apertura del pacco, ma ricordate che VOI siete i destinatari, e se manca merce o la stessa è rotta sono sempre grane vostre. pertanto se il destinatario ha il diritto di visionare il suo materiale, o di mettere riserva di controllo, lo deve fare.
    non vogliono fari aprire il pacco o firmare con riserva? non ritirate, mandate indietro e contattate il servizio clienti del corriere.
    in 10 anni di lavoro nel settore ne ho viste di ogni, e sentire pure di peggiori.
    autisti che non volevano riserve su fusti da 1 litro di olio praticamente squarciati e vuoti, con la scusa del "così mi è stato caricato e così consegno"...
    con ciò non do colpa a loro, ma a un sistema espresso che in alcuni casi fa parecchia acqua.
    un importante suggerimento però posso darlo, controllate in primis (per il caso di furti) che lo scotch "di partenza" sia intero, senza tagli e senza altro nastro adesivo sovrapposto. capita (purtroppo) che chi è furbo tagli quello originale (nastro neutro), e poi richiuda sovrapponendone altro identico senza sbavature. oppure riesca a staccare lo stesso originale e a riattaccarlo successivamente (raro).
    un occhio attento questi trucchetti li coglie, e nel dubbio meglio porre riserva, che vi ricordo, ha validità 7 giorni dal momento in cui la ponete. salvo ulteriori segnalazioni/aperture contenzioni la stessa decade.
    quindi siate attenti e celeri in queste occasioni (che spero comunque non capitino a nessuno)
    dark
    PS: prova peso, prova che il pacco pesava tot. ma è da appurare sempre in quale momento del trasporto è stato pesato e quanti sono stati i passaggi successivi.