Xiaomi negli ultimi due anni ha raggiunto cifre di vendita astronomiche. Il grande successo raggiunto dalla nostra azienda preferita è dovuto senza ombra di dubbio ad un dispositivo in particolare, il più venduto in tutti quei mercati emergenti in cui Xiaomi è ufficialmente presente: sto parlando del Redmi. Dopo il Redmi 1 e il Redmi 1s siamo ormai giunti a quella che è la terza incarnazione del “piccolo” Mi Phone, il Redmi 2, ed è proprio questo dispositivo l’oggetto della recensione che sto per proporvi.

Prima di cominciare vi ricordo che potete acquistare il Redmi 2 direttamente dallo shop di Smartylife.net a questo link, con 2 anni di garanzia e spedizione DHL dalla Cina inclusa nel prezzo.

Design, materiali ed ergonomia

Lo Xiaomi Redmi 2 è uno smartphone molto compatto: le sue dimensioni sono di 134 x 67.21 x 9.2 millimetri, mentre il suo peso, batteria inclusa, è di 134 grammi. Questo dispositivo è presente in diverse colorazioni, quella da noi recensita è la colorazione bianca. Nella parte frontale del Redmi troviamo ovviamente il display IPS LCD dalla diagonale di 4.7 pollici, la fotocamera anteriore da 2 megapixel, i sensori di luminosità e di prossimità, ed i tasti di navigazioni soft-touch di coloro rosso che purtroppo però non sono retroilluminati.

IMG_20150504_123854

Nella parte posteriore, in posizione centrale, abbiamo la fotocamera principale da 8 megapixel affiancata a sinistra dal singolo flash led e a destra dallo speaker di sistema, il microfono per la riduzione dei rumori e il logoMi” con lucidatura a specchio.

IMG_20150504_123103

Il lato sinistro dello smartphone è completamente vuoto mentre sul lato destro trovano alloggiamento il tasto power ed il bilanciere del volume, entrambi facilmente raggiungibili impugnando il device con una sola mano.

IMG_20150504_123625 IMG_20150504_123534

Infine sul lato superiore troviamo l’ingresso jack da 3.5 millimetri per l’inserimento degli auricolari, mentre su quello inferiore il microfono principale e l’ingresso micro-USB per la ricarica.

IMG_20150504_123600IMG_20150504_123636

Il Redmi 2 è realizzato interamente in materiali plastici, ed anche se in Cina questo è uno smartphone che viene venduto a circa 100 euro, prendendolo in mano non sia ha assolutamente l’impressione di trovarsi di fronte ad un dispositivo di fascia bassa. Le plastiche usate sono di qualità e l’assemblaggio generale risulta essere molto buono. La cover posteriore ha una finitura opaca e questo, oltre a prevenire le impronti digitali offre un grip in mano di buon livello.

Hardware

Anche se non ne dà l’impressione il Redmi 2 è un dispositivo di fascia bassa. Il SoC in dotazione è lo Snapdragon 410 che prevede una CPU quad-core a 64-bit operante a 1.2 GHz affiancata dalla scheda grafica Adreno 306. Ho stressato questa soluzione offerta da Qualcomm provando Real Racing 3, un gioco molto esigente in termini di risorse hardware. Durante la sessione di gaming non ho riscontrato nessun tipo di problema: anche se con dettagli non riprodotti al massimo il gioco è stato eseguito senza nessun tipo di lag o calo di frame.

Ho eseguito un test di benchmark sull’ormai nota app Antutu Benchmarks totalizzando punteggi medi di circa 20000 punti. Vi propongo lo screenshot del test qui di seguito, tenendo a precisare che questo punteggio sarà destinato sicuramente a crescere quando Xiaomi aggiornerà il suo Redmi 2 ad Android Lollipop, che come sicuramente saprete è meglio ottimizzato per processori con architettura a 64-bit.

Screenshot_2015-05-11-10-25-04

 

Per quanto riguarda le memorie di sistema abbiamo 8 GB di storage interno espandibili tramite micros-SD fino a 32 GB, ed 1 GB di RAM. A questo punto vorrei spezzare una lancia a favore di Xiaomi e difenderla da tutti quelli che l’hanno accusata di aver implementato poca RAM sul suo Redmi 2: ho utilizzato per alcuni giorni questo dispositivo e devo dire che ritengo più che sufficiente questo quantitativo di memoria; sicuramente non è possibile un multitasking spinto, ma con whatsapp, facebook ed un account di posta elettronica in push attivi i quantitativi di RAM residui si aggiravano sempre intorno ai 200 MB.

Delle fotocamere vi parlerò in seguito, quindi chiudo questa panoramica hardware annoverando la batteria al litio da 2200 mAh in grado di garantire una buona autonomia e facendo alcune considerazioni sul display da 4.7 pollici: come anticipatovi prima,si tratta di un’unità IPS LCD dalla risoluzione HD (1280 x 720 pixel). La sua luminosità è molto buona, i colori risultano riprodotti con un buon indice di resa cromatica, ma, come spesso accade nei pannelli IPS, i neri non risultano affatto profondi e i bianchi sembrano tendere leggermente al grigio.

Fotocamere

Affrontiamo adesso il discorso sulle fotocamere. Quella anteriore è caratterizzata dalla presenza di un sensore di 2 megapixel, quella posteriore invece è un’unità da 8 megapixel con apertura focale f/2.2. La qualità di questa fotocamera è sicuramente superiore alla media, ma non è certamente perfetta: con impostazioni automatiche sono buone le foto in condizioni di luce ottimali, un po’ meno gli scatti di notte che presentano un disturbo abbastanza pronunciato. Comunque nulla che non si possa risolvere usando le impostazioni manuali o la modalità HDR. Vi propongo alcuni scatti e alcune comparazioni tra le varie modalità.

Questi sono alcuni scatti in buone condizioni di luce ed in modalità automatica.

IMG_20150511_100527 IMG_20150504_171720

Questo è uno scatto di notte.

IMG_20150510_232334

Questi tre scatti invece, sono stati realizzati in un ambiente chiuso rispettivamente con modalità automatica, manuale e HDR. Da notare il netto miglioramento con quest’ultima.

IMG_20150511_101328IMG_20150511_101345 IMG_20150511_101355_HDR

Infine due scatti di notte dello stesso soggetto con e senza modalità HDR.

IMG_20150510_232449_HDR IMG_20150510_232432

 

Rete cellulare e connettività

Il Redmi 2 è uno smartphone dual-SIM LTE dual-standby: le sue frequenze di trasmissione del segnale sono compatibili con quelle europee, manca purtroppo la solita banda da 800 MHz. Ho provato questo smartphone con una SIM dell’operatore TIM e devo dire che la qualità del segnale è sempre stata molto buona. Per quanto riguarda la connettività nulla da dire su WiFi e Bluetooth 4.0, solo un appunto sul GPS che riesce ad agganciare i satelliti solo dopo una trentina di secondi, nulla di grave comunque.

Software

Chi conosce Xiaomi sa bene che il suo punto di forza è la MIUI, personalizzazione proprietaria di Android che riesce a fornire un sistema operativo completo e dalle molte funzionalità. A bordo del Redmi troviamo la MIUI ormai arrivata alla sua sesta incarnazione e basata sull’OS Android 4.4.4 KitKat. Servirebbe un articolo a parte per descrivere questa bellissima ROM, quindi mi limiterò a proporvi alcuni screenshot che ve ne mostreranno l’aspetto grafico.

Screenshot_2015-05-11-14-52-23 Screenshot_2015-05-11-14-53-40 Screenshot_2015-05-11-14-52-39 Screenshot_2015-05-11-14-52-59

Aggiungo inoltre che questa ROM gode di un ottimo supporto dal team ufficiale MIUI che prontamente, ogni venerdì, rilascia un aggiornamento settimanale per correggere alcuni bug e per apportare nuove migliorie.

Infine la batteria, ne parlo in questo paragrafo perché molto spesso è proprio il sistema operativo che fa la differenza in termini di durata. Come anticipatovi la batteria è un’unità al litio da 2200 mAh che è in grado di garantire una buona autonomia: con una sola SIM inserita, con whatsapp, facebook e un account mail sempre attivi, e con poco più di 5 ore di schermo acceso il Redmi 2 è arrivato al 4% di carica residua dopo ben 13 ore e mezza di utilizzo. Ecco degli screen per provarvi quanto vi ho appena detto.

Screenshot_2015-05-11-21-15-36 Screenshot_2015-05-11-21-15-18 Screenshot_2015-05-11-21-15-27

 

Conclusioni

Se non avete necessità di un dispositivo che possa offrirvi un multitasking spinto e se siete alla ricerca di un terminale di qualità a poco prezzo allora il Redmi 2 è proprio quello che fa per voi, il marchio Xiaomi è sicuramente una garanzia!

  • Francesco Tinelli

    Sembra un dispositivo molto interessante anche se sono più orientato sullo xiaomi mi4i.si hanno notizie?