Il CEO di Vernee spiega la curiosa filosofia dietro la nascita del Vernee Apollo X

Vernee Apollo X

Vernee sta per lanciare sul mercato un nuovo modello, stiamo parlando del Vernee Apollo X, annunciato nel corso del MWC 2017 di Barcellona. Il device non appare particolarmente innovativo, anzi è caratterizzato da specifiche “tradizionali” come l’Helio X20, 4GB di RAM e 64GB di storage interno. Quale strategia commerciale si nasconde dietro questa scelta e cosa sta ad indicare la X nel nome del terminale? Ce lo spiega Jacky Zou, CEO di Vernee.

Il CEO di Vernee spiega la filosofia dietro la nascita del Vernee Apollo X, ed è davvero interessante!

Vernee Apollo X

Sin dalla sua fondazione, Vernee ha sempre dato molto peso alle opinioni dei suoi utenti. In base ai feedback raccolti tramite i social, le e-mail e le opinioni sui vari foruml, la compagnia cinese ha appreso che sono in molti a desiderare uno smartphone affidabile, solido, dotato di specifiche tecniche rodate.

Il CEO di Vernee, ha preso a cuore i feedback del pubblico ed in effetti, una configurazione innovativa non significa necessariamente offrire una valida esperienza di utilizzo. Dunque, si è pensato che fosse giunto il momento di lanciare sull’affollato mercato della telefonia cinese un nuovo modello realizzato in base alle esigenze degli utenti. Così è nato Il Vernee Apollo X.

Il dispositivo è caratterizzato da una scocca unibody in metallo ed avrà a bordo un processore deca-core Helio X20, 4 GB di RAM e 64 GB di memoria interna espandibile fino ad un massimo di 128 GB. Per offrire un display brillante e particolarmente reattivo, Vernee ha scelto di dotare il suo device di un display Sharp IGZO (5.5 pollici FHD). Mentre per quanto riguarda il comparto fotografico, l’Apollo X vanta un sensore Sony IMX258.
Il dispositivo è dotato della tecnologia di ricarica rapida Vcharge (9V2A, 18W) in combinazione con una batteria da 3500mAh.   Inoltre, fiore all’occhiello del Vernee Apollo X è il fatto che sarà il primo dispositivo a godere del sistema operativo Vernee, il VOS, progettato per gli utenti di tutto il mondo.

Nel frattempo, Vernee anche promesso di estendere l’aggiornamento ad Android 7.0 per Apollo X nel momento in cui le spedizioni ufficiali avranno inizio, update che anche la generazione precedente Apollo Lite riceverà in contemporanea.

Secondo Jacky Zou, la “X” nel nome Apollo X sta non solo per “mistero”, ma anche per “ricerca della perfezione” e vuole anche essere un simbolo di gratitudine nei confronti dei fan del brand e dei loro feedback. Infine, per quanto riguarda il prezzo, il CEO ha rivelato che sarà inferiore ai 220 dollari (circa 180 euro al cambio attuale). Il Vernee Apollo X sarà lanciato questo mese.

Cosa ne pensate della strategia Vernee? Secondo voi sarà premiata? Fatecelo sapere nei commenti!

[Fonte]

Vi ricordo che potete seguirci su:

[ux_product_flip ids=”24281″]