Processori di casa Xiaomi: sarà addio con Qualcomm?

Voci non confermate, dicono che Xiaomi, terzo produttore di smartphone al mondo, si starebbe preparando per realizzare i propri processori per gli smartphone. Ad affermarlo è la testata cinese Mydrivers, che rafforza così una voce di corridoio già circolata alcune settimane fa. Secondo MyDrivers l’azienda, che si autodefinisce “l’Apple dell’Asia” starebbe pensando per ora alla costruzione di processori solo per i modelli di fascia bassa e media.

 

Leadcore-Xiaomi-770x470

 

Xiaomi, utilizza processori di Qualcomm, ad un prezzo elevato per un’azienda che punta ad un prodotto economico, dove ogni centesimo risparmiato è un bene. Per questo motivo Xiaomi sta cercando di ridurre le spese, sperimentando una propria soluzione in collaborazione con Leadcore, produttore di SoC cinese reso celebre grazie a Redmi 2A. L’eventualità sarebbe probabilmente disastrosa per Qualcomm, che rischierebbe di perdere ordini per milioni di dollari l’anno.

 

Xiaomi-Leadcore

 

Quello che è sembrato un esperimento però potrebbe concretizzarsi nel 2016 con il primo processore disegnato interamente in casa Xiaomi!

Altre voci di corridoio dicono che Xiaomi avrebbe già acquisito tutte le licenze necessarie da ARM e avrebbe anche assunto Wang Xiang, ex presidente di Qualcomm Cina. Staremo a vedere, cosa ci riserva la Xiaomi nel prossimo futuro…