ZUK Z3: la rinascita di un brand?

ZUK-Z3-PRO-CONCEPT

Avete letto bene, parliamo di ZUK Z3, lo smartphone dell’azienda cinese che ci ha fatto pensare di aver chiuso i battenti, è tornato più forte di prima! L’abbandono di persone importanti per l’azienda, come per esempio ll co-fondatore Chen Xudong, ci ha fatto pensare ad una chiusura dei battenti della costola di LenovoZUK.

Ho detto stiamo pensando, proprio perché bisogna ricordare che non c’è stata nessuna conferma ufficiale su di un’eventuale chiusura, tant’è che lo stesso CEO di Lenovo ha dichiarato come “la recente ristrutturazione di Lenovo non influirà sul settore mobile in Asia e verrà mandata avanti la strategia a doppio brand “. 

ZUK Z3
Le presunte specifiche del ZUK Z3

ZUK Z3 con 8 GB di RAM e Snapdragon 835

Queste le specifiche che ci hanno fatto stupire particolarmente, considerando che tutto questo è ancora un’ipotesi, stiamo comunque parlando della possibilità che ZUK rilasci uno smartphone con delle ottime specifiche, a partire dal processore, lo Snapdragon 835, ovvero l’ultimo disponibile sul mercato e che possiamo già vedere in azione su smartphone come Xiaomi Mi6.

Ad accompagnare questo potente processore potremmo trovare degli ottimi tagli di memoria, stiamo parlando di tagli da 6 / 8 GB di RAM di tipo LPDDR4, con la bellezza di 128 / 256 GB di ROM, ovviamente le capacità maggiori verranno ritrovate nella variante “Pro” dello ZUK Z3.

Inoltre potremmo trovare anche una fotocamera posteriore con sensore Sony IMX398 da 16 megapixel, mentre per quanto riguarda la parte anteriore è plausibile la presenza di una fotocamera da 8 megapixel; il tutto potrebbe essere condito da un display 5.2′ FHD.

Tornando al lato posteriore dall’immagine possiamo vedere come sia presente un sensore di impronte digitali U-Touch Invisible, e come ad alimentare il tutto potrebbe esserci una batteria da 3300 mAh con tecnologia QC 4.0 per una ricarica più rapida.

Per i prezzi parliamo di 2299 yuan (300€) per il modello base, invece parliamo di 2699 yuan (350€) per il modello “Pro“.

[Fonte]

Vi ricordo che potete seguirci su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *